Arrestato dipendente Apple per tangenti con fornitori e traffico di segreti

Un ex dipendente Apple si è dichiarato colpevole di una serie di crimini dopo che era stato accusato di prendere tangenti da fornitori asiatici in cambio dei segreti di iPhone makers.

Secondo la Reuters, Paul Devine che ha lavorato nella divisione iPhone come gestore di fornitura globale dal 2005 fino al 2010, è stato accusato di usare la sua posizione per trafugare molti dei segreti di Apple, nella speranza di aiutare alcuni dei fornitori asiatici a negoziare contratti migliori con la società per un guadagno monetario.

Fu solo quando Apple ha avviato un’indagine interna nel mese di aprile dello scorso anno ,  che le prove ha nno portato verso Devine. E ‘stato arrestato in agosto 2010 quando la società ha trovato un certo numero di e-mail che erano passate tra Devine ed i fornitori asiatici sul suo computer portatile di proprietà di Apple.

Ieri Devine si è dichiarato colpevole di frode via Internet, cospirazione e riciclaggio di denaro; inoltre gli sono stati confiscati 2,28 milioni dollari  di beni e denaro secondo i pubblici ministeri. Devine ha ammesso di aver organizzato tutto lui , compreso  il trasferimento del denaro  tra Stati Uniti e Banche estere  per nascondere i pagamenti  che gli sono stati fatti.

Devine è attualmente libero su cauzione, ma dovrà affrontare un lungo periodo di carcere  (20 anni ) e una  grossa multa quando verrà condannato il 6 giugno tramite sentenza del giudice.

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.

Il Bloggatore