Spunta anche in Iraq un finto Apple Store, simbolo di rinnovo

Non solo in Cina i falsi Apple Store; dopo la chiusura di alcuni negozi con il logo della mela esposto illegalmente in Cina, ecco spuntare finti Apple Store anche in Iraq. La voglia di raggiungere gli altri paesi e di normalizzare la situazione in atto, le guerre e tutti i problemi che ne derivano, non hanno spento gli entusiasmi ad allinearsi a i desideri dei giovani nel mondo; possedere un iPhone o un’iPad o magari anche un Mac. Chiaramente si richiama solo all’insegna, nessun nome sopra o sotto il logo e chiaramente prodotti contraffatti o fasulli in vendita, ma è segnale di speranza e di voglia di rinnovamento, in un paese che ha voglia di crescere e di farlo come tutti gli altri paesi liberi. Chissà, magari il proprietario del negozio verrà contattato da Apple per essere il primo e vero Apple Store nel paese; me lo auguro di cuore; significherebbe la fine della guerra e l’arrivo della vera libertà per loro.

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.