Azionisti richiamano RIM: vendere o cedere i suoi brevetti

Peggiora la situazione di RIM. Con il suo fatturato stagnante e le suo quote di mercato smartphone in diminuzione, il produttore di BlackBerry è ora di fronte a nuove pressioni finanziarie del Jaguar Financial Group, una banca d’affari canadese azionista RIM, …… che stà ammonendo la società a fare le ultime due cose che RIM stessa non vuole: vendere se stessa, o vendere il suo portafoglio di brevetti. In una lettera aperta al consiglio di amministrazione di RIM,il  CEO di Jaguar Vic Alboni ha criticato l’azienda per non aver ‘suscitato l’entusiasmo dei consumatori per i suoi prodotti, e per portare i suoi dispositivi sul mercato in ritardo rispetto a i concorrenti. La stessa cosa dicasi per le azioni, ecco perchè Alboni afferma che sia tempo di un cambiamento radicale

Lo status quo non è accettabile, la società non può stare ferma. E ‘tempo di cambiare, trasformare. Gli amministratori necessitano di prendere le redini per tutelare e massimizzare il valore per gli azionisti, prima che il valore di mercato scenda più di quello che è.

Jaguar non ha specificato la dimensione della propria partecipazione con RIM, ma ha affermato di essere chiamata in causa per lo sconvolgimento per conto di altri azionisti di sostegno che, in totale, detengono meno del cinque per cento della società. RIM spera che una nuova linea di smartphone QNX possa aiutare a limitare la crisi, ma Alboni non sembra così ottimista.
Brutta aria quindi per RIM che adesso si ritrova a fare i conti con i propri azionisti; arriva proprio aria di cambiamenti in casa e vedremo chi e come potrà risollevare l’azienda. Certo è che vendere i suoi brevetti non sarà una strada per risalire la china, ma solo per riportare profitti a gli azionisti.

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.

Il Bloggatore