Dolphin HD per Android: il browser memorizzava dati personali di navigazione

Una delle caratteristiche principali del browser per Android, il Dolphin HD è la sua modalità Webzine; questa ottimizza la navigazione casuale su un dispositivo mobile. Ma recenti analisi rivelerebbero che proprio questa proprietà di ottimizzazione del browser, che trasmette dati sulla nostra navigazione, una violazione di privacy, condividendo i dettagli della sessione con la Dolphin stessa.

A quanto pare, il browser, passa gli URL di ogni singola pagina che si visita ad uno dei server di Dolphin. La società ha spiegato che questo è il sistema per l’ottimizzazione delle navigazioni e il browser servirebbe appunto per il controllo e la gestione di tali visualizzazioni ma senza poi memorizzare alcun dato. In pratica, il server memorizza al momento il dato di navigazione, lo elabora all’ottimizzazione e poi passa a i dati seguenti senza tenere alcuna traccia del dato precedente. Ma sembra che questa spiegazione non convinca; in effeti, in un sistema Android dove per la maggiore si trovano applicazioni che catturano dati sensibili, l’utente storce il naso. Per il momento ombre cadono su Dolphin che, se prima considerato uno dei migliori, al momento viene anche guardato con dubbio sospetto. Dolphin però ha comunicato di aver disattivato la funzione di Webzine, inserendola fra le opzioni dando così la scelta all’ utente se utilizzare questo sistema o no. Forse era meglio averla messa subito tra le opzioni, ma a volte queste aziende si dimenticano del diritto più importante: la privacy di noi utenti.

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

One Response to “Dolphin HD per Android: il browser memorizzava dati personali di navigazione

Comments are closed.

Il Bloggatore