Microsoft: l’obbiettivo è di tagliare i costi di produzione dei Windows Phone a metà

Microsoft starebbe cercando di tagliare i costi di produzione sui propri telefoni Windows Phone, secondo le dichiarazioni fatte dal Responsabile del settore  Windows Phone Andy Lees a Hong Kong oggi. Microsoft l’anno scorso ha effettuato il lancio della sua piattaforma, ottenendo un sistema operativo che nel mercato si è guadagnato il posto di terzo ecosistema nella telefonia mobile.

Ora che con Mango ha avuto ancora più successo, Microsoft vuole aumentare il suo volume produttivo, ma tagliando i costi di produzione. Lees ha affermato che la società di Redmond stà cercando di tagliare i costi di produzione a metà, portandoli da circa $ 400 per portatile (che è stato il costo quando il software ha debuttato lo scorso anno) a meno di $ 200. Discorso alquanto strano per Microsoft che, grazie alle sue royalty, si porta già a casa le quote che altre società produttrici danno a Microsoft per ogni smartphone costruito. Comunque, se Microsoft portasse davvero i costi di produzione a meno di $ 200, significherebbe una produzione raddopiata rispetto a quella dell’anno scorso e sarebbe una buona cosa vista la richiesta dopo l’aggiornamento a Mango. L’unica preoccupazione che microsoft però ha è la tendenza dei negozianti alla vendita di dispositivi iOS o Android, puntando più sulla pubblicità fatta da questi e dalle tendenze del momento, considerndo in secondo piano il dispositivo Windows Phone. Ma questa è una colpa imputabile però solo a Microsoft, infatti già dall’anno scorso, nonostante il successo del suo prodotto, non ha mai incentivato il marketing pubblicitario con nuovi spot o pubblicità, cosa che i suoi concorrenti invece fanno. Con Nokia forse si avrà più visibilità del prodotto, puntando sulla sua esperienza di veterana del marketing.

 

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.