Lo smartphone e la sua evoluzione sempre piu’ avanzata insieme alla tecnologia

La rivoluzione tecnologica stà cambiando il futuro della telefonia mobile; chip potenti, reti super veloci, schermi flessibili e pagamenti diretti stanno rivoluzionando il semplice uso dei nostri smartphone. Non solo per telefonare, ma molto di piu’; questo sarà ( ma già lo è ) il requisito principale dei futuristici smartphone negli anni a seguire.

Cominciamo dai chip sempre piu’ potenti, performanti e “risparmiosi”; dove una volta comandavano i pc, ora i tempi di rinnovo li detta lo smartphone,dove si arriva a calcolare addirittura una stima di 1,3 cellulari per ogni abitante. Con l’arrivo dei dual-core, gli smartphone hanno avuto uno sbalzo sbalorditivo sul mercato, sommergendo quella che fu’ la vecchia gloria dell’ Hi Tech; il computer. Ora lo smartphone si è evoluto, ha sempre piu’ funzioni al suo interno e parliamo di funzioni che ogni giorno usiamo sia per lavoro che per il tempo libero. Grazie al dual-core, si è tutto velocizzato, internet, le operazioni, l’apertura delle applicazioni e lo sviluppo di applicazioni sempre piu’ evolute, ma nonostante questo sia evoluzione degli ultimi anni, è già vecchio. Ora è arrivato il quad-core, processore molto potente che in grado di far girare videogiochi sempre piu’ realistici in 3D, filmati ad alta definizione Blue Ray e sistemi operativi sempre piu’ ingegnosi ma semplici nell’ interfaccia. Un’esempio è l’ultimo di casa Qualcomm, lo Snapdragon S4, che con i suoi 1,7 GHz puo’ utilizzare la connessione alla potente connessione LTE o il nuovo Tegra 3 di Nvidia che con i suoi 5 processori ottimizza la funzioni del SO ( quattro processori per la grafica ad alta potenza ed uno a bassa potenza per le funzioni di chiamata e messaggistica, ed ora anche Intel, che con il suo Medfield a dimensioni ridotte, puo’ permettere l’uso di due processori in uno smartphone sfruttando le funzioni del nuovo Android 4.0. Gli schermi poi ultimamente hanno avuto una evoluzione incredibile; dalla definizione allo spessore di questi, i risultati sono sempre sorprendenti. Samsung, Nokia e tanti altri hanno poi fatto veri passi da gigante riguardo a gli schermi flessibili, tanto flessibili da avere in un domani prossimo, smartphone da polso e con funzioni sempre piu’ evolute e personalizzate. Esistono già esemplari funzionanti, come il prototipo di Kristian Ulrich Larsen, quello di Nokia presentato al Nokia World di Londra, lo smartphone Kinetic

e, sempre di Nokia, lo Human Form.

Tutto questo accompagnato da reti molto veloci; naturalmente se le funzioni si evolvono, anche la connessione deve seguirle per avere sempre piu’ risposte veloci, navigazioni in Internet sempre piu’ reattive e dati sempre piu’ fluidi. Anche se non ancora distribuita nella maggior parte del mondo industriale, la tecnologia LTE è destinata ad essere la tecnologia fondalmentamente piu’ distribuita se vogliamo sfruttare appieno le caratteristiche dei nostri futuri smartphone. Il mondo del web e della telefonia mobile chiede a gran voce questa tecnologia, una struttura neccessaria per l’avanzare di questo mercato. Anche perchè orami si stà diffondendo anche l’ultima funzione che è il pagamento online, senza alcuna carta, si utilizza sempre lo smartphone; parliamo della tecnologia NFC. In questo ultimo anno poi stà sviluppandosi sempre di piu’ sia nel mercato statunitense che in alcuni paesi dell’ Europa, destinata a crescere sempre in piu’ paesi e nel mercato come utilizzare principale per i pagamenti. Si arriverà a dire addio a i bancomat, alle carte di credito e ad altre tessere magnetiche. Il fututo è il chip NFC, un chip che ci permetterà di comunicare con quasi tutti i sistemi di pagamento del mondo e di non portare piu’ il fardello della carta. Insomma, anche lo smartphone si è evoluto, ogni suo tasto equivale ad una funzione, per un totale di svariate funzioni supportate destinate a crescere sempre di piu’.

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.