Motorola Xoom ricondizionati non azzerati bene potrebbero mostrare dati personali

Se avete comprato e poi subito restituito un Motorola Xoom tra marzo e ottobre 2011per un qualsiasi motivo, è possibile che i vostri dati personali possano andare in mani di altri.

20120204-235517.jpg

A quanto pare il processo di azzeramento standard che si effettua quando un cliente restituisce un dispositivo hardware non è andato esattamente come previsto per alcuni dispositivi. Motorola infatti stima che su lotto di 6.200 tablet Xoom, circa 100 di loro non sono stati correttamente cancellati prima di essere rivenduti come ricondizionati in lotti sul sito Woot.com.
Motorola non entra nei dettagli su cosa esattamente sia andato storto nel processo; i tablet a quanto pare non sono stati azzerati correttamente prima di essere distribuiti come ricondizionati con la possibilita’ di rendere ancora visibile alcuni dati personali del precedente proprietario.
Questo potrebbe includere media come foto e video, così come nomi utente e password per gli account e-mail e social media, così come altri siti protetti da password e applicazioni.
Qualora foste tra le persone che hanno restituito uno Xoom tra marzo e ottobre 2011, Motorola fa’ sapere che vi omaggera’ con un abbonamento gratuito di 2 anni a Experian ProtectMyID, un servizio di sicurezza sul furto d’identità.

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.

Il Bloggatore