Samsung la spunta ancora nella guerra dei processori; l’A9 su iPhone e iPad del 2015 saranno suoi.

Apple, nonostante la sua eterna lotta contro la dipendenza da Samsung, sembra non rinunciare alla sua esperienza di produzione in processori, dando vita a rumors che riporterebbero un processore A9 per iPhone e iPad nel 2015. Nonostante la casa di Cupertino avesse puntato sulla TSMC (Taiwan Semiconductor Manufacturing) per la sua serie-produzione di chip a partire dal 2014 (e secondo il Korea Economic Daily) è l’esperienza di Samsung nella produzione 14nm che ha vinto nel business di Apple.

Secondo il sito coreano, infatti, Samsung e Apple avrebbero siglato un accordo il 14 luglio, in particolare per l’ Apple A9, un processore che sarà presente nell’iPhone del 2015. Il processore utilizzerà la tecnologia a 14nm “FinFET”, molto probabilmente sul un eventuale modello S dell’iPhone 6 o altrimenti (se la nomenclatura dei modelli non fosse mantenuta) sull’iPhone 7 direttamente. Nostante la loro convivenza tortuosa, Apple e Samsung rimangono insieme per un rapporto di fornitura. Da sempre infatti Samsung è il principale fornitore di processori, memorie flash e altri componenti, legandosi così ulteriormente l’una con l’altra. Tutto questo nonostante gli accordi quasi presi con TSMC per il suo A8 e le voci di un eventuale processore costruito tutto in casa Apple e grazie all’esperienza e produzione di Samsung già evidenti con i processori a 14nm, cosa che TSMC non può offrire. Ma l’atteso A9 non arriverà ancora per un pò di tempo e l’ipotesi più azzardata e che Apple possa utilizzare ancora il già conosciuto processore A6x anche per la prossima versione di iPhone e iPad, modificandone al massimo i requisiti per un basso consumo di energia.

Via

 

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.