LG presenta il G Flex, con forma curva e tecnologia auto-safe per la scocca posteriore.

LG ha deciso di svelare ufficialmente il suo primo smartphone a schermo curvo, il G Flex. A differenza del Samsung Galaxy Round, che ha uno schermo curvo verso i bordi, l'LG G Flex ha uno schermo curvo dall'alto verso il basso.

Le caratteristiche principali del telefono sono lo schermo OLED flessibile da 6 pollici con risoluzione di 720p, un processore quad-core a 2,26 GHz Qualcomm Snapdragon 800, 2GB di RAM, una fotocamera da 13 megapixel, così come il 3.500 mAh. Secondo LG, utilizzare un display curvo tale ha i suoi vantaggi:

A parte l'ergonomia che segue i contorni del viso,il G Flex migliora anche la qualità della chiamata posizionando il microfono più vicino alla bocca. Anche la nuova funzione IMAX aiuta l'utente quando si utilizza il telefono in modalità orizzontale. Altra novità nel G Flex è il pulsante sul retro, come l'LG G2, così come la funzione QTheater (con accesso rapido a foto, video e di YouTube), la doppia finestra (che divide l'ampio schermo da 6 pollici in due finestre separate per il multitasking più efficace ), Lockscreen che altera l'immagine sulla lockscreen a seconda di come si tiene il G Flex, e altre novità software.

Ma la vera novità è il nuovo materiale con cui si riveste il retro del G Flex, un materiale con la capacità di riprendersi dai graffi e dalle scalfitture quotidiana, usura e lacerazione che uno smartphone riceve normalmente, mantenendo il G Flex come nuovo grazie ad un nuovo tipo di effetto memoria che già si utilizza su paraurti delle Mercedes per esempio.

Novembre è il mese di lancio per il G Flex in Corea del Sud ma non si hanno altre notizie per quanto riguarda il prezzo o la disponibilità a livello internazionale.

 

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.