Dal 1° febbraio le app per iOS dovranno supportare i 64 bit dei nuovi processori.

Dal 1 ° febbraio, le applicazioni presentate sull’App Store di Apple devono includere il supporto a 64-bit e costruiti con SDK per iOS 8. Così Apple ha imposto con un probabile ultimo avviso sulla sua pagina per Developer.

IMG_8288.JPG

Apple ricorda così a gli sviluppatori che la scadenza del 1° febbraio è dietro l’angolo e da quel giorno ogni applicazione che non rispetta queste indicazioni sarà respinta. Così si potrà sfruttare appieno i 64 bit dei nuovi iPhone (dal 5S), e non solo, tradotti in una migliore efficienza di batteria, prestazioni e potenza.

Apple aveva introdotto il supporto a processori 64 bit dall’iPhone 5s, dall’iPad Air e dall’iPad mini con Retina Display, ma il requisito di compatibilità delle applicazione fino ad ora non era forzato, dando però una scadenza; appunto quella dell’inizio del prossimo mese.

Via

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.

Il Bloggatore