il blocco delle tariffe roaming slitta nel 2018

Il 2015 doveva essere l’anno della caduta delle tariffe roaming in Europa, ma a quanto sembra il Parlamento Europeo, sotto pressione degli operatori, ha fatto slittare il tutto nel 2018.




Nonostante l’agenda del Parlamento europeo segnava il 2015 come anno per mettere fuori legge le spese degli Stati membri connessi, gli operatori sostengono come non sia possibile e ottengono uno slittamento dell’esecuzione. Le spese infatti supportati dagli operatori, ora, non permetterebbero il sostentamento dei servizi, nonostante abbiano anche aumentato qualcosina nelle tariffe. Il problema sarebbe il coordinamento fra le varie società, viste le continue ramificazioni tra operatori e paesi vari ancora in evoluzione, oltre ad adeguare anche le linee nei vari paesi, tra cui l’Italia, che per ora non è raggiungibile dalla rete veloce in una percentuale accettabile. Per ora quindi bisognerà ancora stare attenti alle tariffe quando si è all’estero, oppure (aggiungendo un ulteriore costo) usufruire di alcuni dei servizi per l’estero che gli operatori offrono. 

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.

Il Bloggatore