Huawei presenta all’IFA il nuovo Mate S con tecnologia Force Touch. 

Huawei sferra un duro colpo a Apple all’IFA di Berlino; ecco che presenta il suo nuovo Mate S con con tecnologia Force Touch. La tecnologia utilizza la tecnica di differenziazione della pressione applicata dall’utilizzatore per eseguire diverse funzioni, come ingrandimento di foto e l’apertura di applicazioni.

  
Huawei ha dato dimostrazione della nuova tecnologia Force Touch pesando un arancio sul palco all’IFA di Berlino. Il frutto pesava 280 grammi, che è pesante tenendo leggermente a mente che un arancio tipico pesa circa 150 grammi, ma dimostrando così di andare oltre i normali touch-screen, in uno sforzo per rendere l’esperienza utente più interattiva. Un altro espediente Huawei, è l’inserimento anche della tecnologia “Knuckle Sense“, che permette agli utenti di passare tra le applicazioni utilizzando anche le nocche.

  
Le specifiche del dual-SIM Mate S:

-display AMOLED da 5,5 pollici con risoluzione di 1080 x di 1920 ed una densità di pixel 401 ppi. -fotocamera da 13 MP posteriore con flash dual-LED

-fotocamera da 8 MP anteriore

-batteria da 3000 mAh.

Il dispositivo è dotato di un processore a 64 bit otta-core ARM Cortex-A53e e 3 GB di RAM. Il telefono è alimentato da Android 5.1 ed è disponibile in varie iterazioni.

La versione standard sarà caratterizzato da 32 GB di memoria interna e costerà 649 € (~ $ 730) in Europa occidentale, mentre la versione da 64 GB costerà 699 € (~ $ 785).Entrambi i telefoni supportano uno slot microSD, ma non includeranno la tecnologia Forza touch. Altra limitazione, purtroppo; Huawei afferma che il Mate S sarà il primo disponibile in soli 30 paesi, tra cui Cina, Francia, Germania, Sud Africa, e gli Emirati Arabi Uniti. La versione Force Touch sarà disponibile per l’acquisto in ancora meno i paesi che non sono ancora stati resi noti. I pre-ordini in Europa Occidentale avranno inizio il 15 settembre.

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.