Gli operatori insieme contro gli abbonamenti non voluti; ecco come. 

Buone notizie per utenti di telefonia mobile; dopo la multa dall’Antitrust di circa 7 milioni di euro a gli operatori italiani, sono stati attivati da quest’ultimi nuovi sistemi di tutela dell’utente. I nuovi sistemi eviteranno così l’attivazione involontaria di servizi a pagamento, l’accesso a suonerie, giochi, gossip, oroscopo e altri servizi a consumo.

 
Ora ogni operatore propone il suo sistema con nuovi sistemi di sicurezza e controlli:

La Tim dal 26 Ottobre ha introdotto il sistema a doppia conferma, assicurandosi così che l’utente sia ben consapevole dell’acquisto o abbonamento. Chiaramente il tutto avviene con una grafica chiara e ineccepibile, per evitare la famosa sovrapposizione di scritte o tasti di conferma che confondevano gli utenti. Anche la politica dei rimborsi è cambiata; entro 12 giorni dalla richiesta senza effettuare alcun controllo in caso di attivazione erronea. 

Anche Vodafone ha attivato lo stesso sistema (dal 15 Ottobre) e utilizzando anche una campagna pubblicitaria per promuovere questa campagna ma sopratutto la possibilità di rimborso in 90 giorni attraverso l’applicazione My Vodafone. Si può richiedere anche la disabilitazione totale da questo genere di servizi.   

Stessa operazione anche per la Wind, che ha attivato anch’essa il sistema del doppio click dal 26 Ottobre mentre l’eventuale rimborso può essere chiesto sia tramite servizio clienti, sia tramite canali social. Anche con Wind si possono bloccare totalmente i servizi e ci vogliono circa 90 giorni per il rimborso. 

Ed ora la Tre, primo operatore italiano ad introdurre il sistema a doppio click dal 1 Ottobre; il sistema peró aggiunge un ulteriore funzione con la visione delle informazioni e la conferma della visione in una pagina della Tre. Più semplici i rimborsi; è possibile chiederli tramite Call Center, Email, Facebook e Twitter ma solo entro 7 giorni, in quanto l’operatore invia un SMS settimanale all’utente per segnalare di avere attivo un servizio premium. Tramite Call Center si può richiedere il blocco totale a questi servizi. 

Oltre a queste misure prese dagli operatori, sembra che dall’anno nuovo l’AGCM voglia prendere seri provvedimenti verso questi servizi bloccandoli definitivamente. 

About davide

Ho sempre voglia di conoscere le novità che il mercato offre. Android, iOS, Windows Phone sono sempre stati centro di interesse come evoluzione e sviluppo.

Comments are closed.