Apple al massimo storico per azione = fiducia per Tim Cook

Nonostante le dimissioni di Steve Jobs, dovute purtroppo alla sua malattia, la Apple arriva ad un massimo storico delle sue azioni di 410 dollari per ognuna di esse. Segno che il nuovo CEO Tim Cook ha lo stesso sostegno avuto per Jobs e che gli azionisti e investitori credono che sia il suo degno successore. In effetti lo stesso Jobs dichiarò che lui poteva andare tranquillamente avanti al posto suo e per l’ennessima volta, Jobs ha azzeccato tutto. Tim Cook però si era già fatto conoscere dal 2009 grazie al suo impegno per spingere la Apple verso il mercato dei tablet, lanciando una serie di nuovi prodotti e nell’organizzare l’azienda dietro le quinte accanto a Jobs. Avendo poi già sostituito lo stesso Jobs nel 2004 e nel 2009, aveva già dimostrato di essere il suo successore naturale a guidare la Apple, non solo nel mercato ma nelle idee. Cook però non è Jobs, ma con il tempo si farà conoscere, ha le idee, la mente giusta per creare nuovi prodotti e il mercato stesso se ne è già accorto. Nonostante l’iPhone 5 sia già una sua creatura, tanti lo collegano ancora a Jobs, ma sicuramente in futuro saprà farsi vedere anche lui. A proposito di iPhone 5, sembra che parecchi rumors indichino la data del 5 ottobre come probabile lancio.