LTE o 4G: ma quale è la situazione in Italia?

Si parla tanto di 4G, la nuova rete super veloce che permette chiamate e videochiamate in qualità HD; se ne parla per l’ iPhone, all’estero è già una realtà (specialmente negli USA), ma in Italia? Dopo che la Commissione Europea sentenziò che tutti gli stati membri europei dovevano fornire servizi in tecnologia 4G oltre a quella esistente, qualcosa si è mosso. Sono state messe all’asta le vecchie frequenze analogiche delle reti televisivi ( frequenza VHF e UHF per intederci); l’asta è iniziata il 31 agosto ed è ancora in atto. Acquisitori principali sono i quattro maggiori operatori telefonici italiani quali Wind,Vodafone,Telecon e Tre Italia. Da un documento ufficiale rilasciato sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico conosciamo la situazione dell’asta con le gare vinte fino al 05/09/11; potete vedere il Pdf qui. Grandi offerte da parte dei nostri operatori che, con l’acquisizione di queste bande, copriranno tutto il territorio italiano senza nessuna zona di ombra e con velocità superiori. Al momento (e da come si vede nel Pdf) le bande sembrano equamente distribuite tra i vari operatori, ciò significa che tutti saranno in grado di offrire servizi e copertura nel medesimo modo; questo aprirebbe ulteriormente il mercato delle offerte in telefonia mobile. Non ci resta che attendere la fine dell’asta e vedere poi cosa cambierà nell’immediato,sempre che poi non ci vogliano i cosidetti tempi tecnici italiani

Comments are closed.