WhatsApp sotto osservazione del Garante della Privacy.

Whatsapp, l'applicazione multi piattaforma di messaggistica internet è ora nel mirino dell'autorità Garante per la privacy. Nel microscopio del Garante ci sarebbe la gestione dei dati relativi agli utenti italiani, gestione che non ha avuto buona impressione secondo i rapporti stilati dai Garanti canadesi e olandesi, dove segnalerebbero alcune funzioni che metterebbero a rischio la sicurezza delle informazioni personali degli iscritti all'interno dell'applicazione stessa.

Come ben si sà, in Whatsapp è necessario garantire all'applicazione l'accesso alla rubrica (ma non solo in questa applicazione) lasciando però ipotizzare un accesso possibile per poter accedere in maniera indebita a i nostri dati. Dunque il Garante ha chiesto alla società californiana di controllare e dettagliare queste possibilità di intrusione, in modo particolare come sono conservati gli storici delle conversazioni e quali tipo di protezione c'è sul traffico dei file, oltre a spiegare quali possibili soluzioni si attuerebbero per evitare eventuali tentativi di accesso indebito alle informazioni che devono rimanere private. Per ora l'Autorità ha chiesto chiarimenti solo sugli account italiani.

 

 

One Response to “WhatsApp sotto osservazione del Garante della Privacy.

Comments are closed.